Olimpiadi Londra 2012 tennis: Federer "Voglio l'oro ma non sarò la stella dei Giochi"

Scritto da: -

Nella conferenza stampa della vigilia, Federer non ha nascosto le sue ambizioni di puntare all'oro olimpico

federer-olympics-press-conference.jpg

E’ un Roger Federer molto motivato e fiducioso quello che si appresta a affrontare il quarto torneo olimpico della sua carriera, al via domani a Wimbledon. Il sorteggio ha riservato all’elvetico un tabellone non impossibile. In attesa di debuttare con Falla al primo turno ecco le dichiarazioni del campione elevetico rilasciate in un’affollata conferenza stampa (foto infophoto). 

“La vittoria dello Slam mi ha molto aiutato - ha esordito il sette volte campione di Wimbledon - Vincere entrambi i tornei sarebbe incredibile anche se qui si gioca al meglio dei tre set. Sono meno sotto pressione perchè un oro olimpico l’ho già vinto (a Pechino in coppia con Wawrinka) ma sogno quello individuale. Ho avuto tre settimane per ricaricarmi in vacanza. Sto meglio che a Pechino”. E non potrebbe essere diversamente. Nel 2008, Roger si presentò alle Olimpiadi reduce dalla sconfitta in cinque set nella leggendaria finale di Wimbledon con Nadal che l’aveva spodestato anche dal numero 1 Atp. Stavolta sarà diverso. Roger ha trionfato ai Championship e si è ripreso la testa del ranking.

Federer si sofferma anche sulle altre discipline olimpiche: “Le Olimpiadi mi hanno insegnato molto anche solo guardando atleti di altri sport che si allenavano. Di certo non sarò io la stella dell’Olimpiade. Saranno Bolt, Phelps e i giocatori dell’Nba.” Per una volta non sono d’accordo con lui. Roger, al pari degli altri campioni citati, è una star indiscussa e attesissima dei Giochi. Rivederlo giocare a Wimbledon dopo appena tre settimane dall’ennesimo trionfo è un privilegio. Se poi dovesse arrivare anche l’oro, Roger non avrà più nulla da chiedere alla storia.

P.S. Seguite Londra 2012 sul blog Olimpiadi: tutte le news a Cinque Cerchi in tempo reale!   

Vota l'articolo:
3.86 su 5.00 basato su 14 voti.