Sara Errani: "Federer un fighetto, Nadal un lottatore"

Scritto da: -

Sara Errani ha concesso un'intervista a Vanity Fair. La tennista emiliana ha parlato di tutto. Di calcio, di tennis, di Federer e Nadal

errani-sara-2012.jpg

Sara Errani (foto infophoto), eliminata ieri al primo turno del torneo Wta su erba di ’s Hertogenbosch, ha concesso una lunga intervista a Vanity Fair in edicola domani. La tennista emiliana, cui il settimanale ha dedicato la copertina, ha parlato, ovviamente, di tennis concedendosi qualche digressione . . . calcistica. 

Sara è un’appassionata, segue il calcio e lo ha anche praticato: “Il calcio mi piace molto, giocavo anche decisamente bene, non ho mai avuto una squadra del cuore ma detesto l’Inter. Se dovessi fidanzarmi con un calciatore sceglierei Matri. Non sopporto Balotelli per il suo atteggiamento strafottente”.
La Errani ha le idee chiare anche sul tennis: “Lui (il tennis ndb) è la mia vita. Non posso stare senza di lui”. Il segreto per vincere ?. Corsa, lotta e sacrificio: “Le donne - prosegue Sara - hanno più spirito di sacrificio. In Italia non c’è la cultura del correre, del soffrire”.

Poi l’affondo e il richiamo agli illustri colleghi uomini: “I maschi pensano di vincere con il colletto della maglia alzato, senza sudare, con l’ace al servizio. I ragazzini scendono in campo pensando a un fighetto come Federer, mica a Nadal che, avendo meno armi naturali, suda e lotta”. Poi, parzialmente, si riprende: “Dovrebbero capire che, prima di diventare così, anche Federer si è fatto il mazzo”. E qui, forse, Sara si è lasciata un pò troppo andare. Lo ammetto, sono troppo di parte. Da appassionato e cronista di questo sport, non nascondo di amare Federer alla follia e sentirlo definire un fighetto da una tennista che abbiamo iniziato a conoscere da 5 mesi, mi infastidisce e non poco.

Non credo si sbagliarmi affermando, a differenza della Errani, che i ragazzini che giocano a tennis cercando di imitare Federer, lo fanno perchè Roger è un campione assoluto, indiscutibile, umile, capace di tutto e di più. Non perchè è un fighetto da circolo con fascetta e polsini. Il tennis, cara Sara, si divide in due categorie. C’è chi lotta, suda e vince come te, Nadal e Djokovic e chi, come Federer, ha un talento infinito e, a volte, vince senza nemmeno lottare e sudare. Altro che fighetto. Vero Sara…

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 278 voti.