Indian Wells entra nel vivo: da oggi i big. Intanto Seppi passa il turno e Fognini va a casa

Scritto da: -


Il primo sabato di Indian Wells è tradizionalmente quello in cui entrano nel torneo i grossi calibri del tabellone maschile, e anche quest'anno non si fa eccezione: il programma odierno (che potete consultare qui) prevede gli esordi di Murray, Federer, Tsonga, Simon e altre 12 tra le prime 32 teste di serie.
Una di loro (la n. 32), Paul Henri Mathieu, affronterà il nostro Potito Starace nel secondo match in programma sul campo 4. In campo femminile, invece, toccherà a Flavia Pennetta (12) tenere alto l'onore azzurro affrontando la wild card Sania Mirza nel quinto match sul campo 3; di scena alle 19 (primo match del campo 5) anche il derby tra Sara Errani e Karin Knapp. L'ultima italiana a scendere in campo sarà Robertina Vinci, opposta nel quarto match del campo 6 all'austriaca Bammer.
Ieri si sono conclusi i primi turni del torneo maschile, dove Andreas Seppi, approfittando dei malanni di Juan Ignacio Chela, sempre più impresentabile (la settimana scorsa ha perso in Davis in due set da Huta-Galung), arresosi prima della sirena sul 62 41 per l'altoatesino, che in secondo turno avrà lo svizzero Wawrinka (sempre battuto nei tre precedenti). Come sempre contraddittorio e sconfortante l'andamento del match di Fabio Fognini, opposto all'americano Reynolds; autore di un primo set brillante, vinto per 6-4 approfittando dell'unica palla-break concessagli dal rivale, Fognini si è letteralmente liquefatto dal secondo set in poi, forse anche a causa del riacutizzarsi di vecchi problemi al ginocchio; sepolto da una marea (11) di doppi falli, si è lasciato travolgere 60 62 da Reynolds.
Nel tabellone femminile hanno debuttato le prime teste di serie, con qualche risultato inatteso. Il più clamoroso è sicuramente l'eliminazione di Svetlana Kuznetsova, che conferma l'inizio di stagione poco brillante perdendo 62 46 63 da Ursula Radwanska, la sorellina di Agnieszka; fuori anche Marion Bartoli, fresca vincitrice di Monterrey, battuta in tre set dall'israeliana Peer. Il circuito saluta l'apparente ritorno ad alti livelli di Nicole Vaidisova, che dopo due stagioni disgraziate rialza improvvisamente la testa dando 63 61 ad Alona Bondarenko. Tutto facile per le migliori: Safina (nella foto), Azarenka, Zvonareva e Wozniacki hanno battuto 2-0 le rispettive avversarie.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!